The Next big thing: The Mantra Above The Spotless Melt Moon.

Quest’anno non dovremo guardare verso ovest o alla terra di Albione  per andare incontro alla next big thing. Segnatevi questo nome: The Mantra Above The Spotless Melt Moon. Non tragga in inganno il nome della band: i Mantra sono una giovane band napoletana con un’attitudine, però, decisamente internazionale. Non a caso i talent scout dell’etichetta inglese Rare Noise Records, li hanno messi sotto contratto assicurandosi l’uscita di un ep nelle prossime settimane, prima della pubblicazione del primo full-lenght nel corso dell’inverno. Dopo un promettente split in compagnia dei già rodati God is An Astronaut, il 15 settembre è in uscita Rooms Ep, quattro tracce che anticipano il loro album di debutto e che includono una collaborazione con Eugene Robinson degli Oxbow, che partecipa nella splendida A Friend With a Knife. La formazione, composta da Adriana Salomone alla voce e alla chitarra, Davide “Hope” Famularo al basso e ai synth, Maurizio Oliviero alla chitarra e Salvo Sibillo alla batteria, è attualmente impegnata nelle registrazioni finali dell’album presso il Monochrome Studio di Luigi Nobile nelle vesti anche di produttore del disco. Da segnalare anche la realizzazione dell’artwork da parte dell’artista spagnolo Helder Pedro Moreira cui è stata anche dedicata la prima traccia dell’Ep in uscita e il bel video di Anton Octavian che accompagna The Fog:

Contatti: Myspace, RareNoiseRecords.

Advertisements

Tag: , , , , , , , , , , , ,

3 Risposte to “The Next big thing: The Mantra Above The Spotless Melt Moon.”

  1. Ed Says:

    Estremamente complesso e difficile. Un ascolto solo, quindi scrivo di getto: ritmica interessantissima, struttura del brano “atipica” ad essere eufemistici. Riascolto e segno, grazie Giovanni. Ma, visto che sono delle tue parti, giravano molto per i locali della città?. Nome della band terrificante, ma che si sposa bene con l’attitudine macchiavellistica del brano!

  2. Giovanni Says:

    sì sì, qui in città sono da un bel po’ uno dei fiori all’occhiello della nostra “scena” underground. Ma hanno suonato anche all’estero, in Grecia e Svizzera, con un ottimo seguito.
    Meritano davvero tanto. Mi auguro che si diffonda il passaparola su internet. 🙂

  3. nmlrecords Says:

    thank you!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: