Posts Tagged ‘poesie’

Archivio (La vita dismessa)

05/12/2013

Sul desktop dispersa

la cartella “Archivio”

ostentava mesta

l’esito incerto del ricordare:

un innocuo memoriale

tutt’al più da alfabeticizzare

con pazienza ed inerzia

mentre lontano la vita

sorride dismessa.

Contact

L’acquario

26/11/2013

Ricordi, quando dormivamo

ai nostri corpi non restava altro

che prendere congedo

da questa incerta esistenza umana;

talvolta diventavamo

pesciolini rossi, diletto infantile,

e il mondo un acquario.

 

E uno stanco girare a vuoto

poteva poi dire anche incontrarsi.

Pesci disegno

Crepuscoli

15/08/2013

Sull’avenue du Prado

un pallido crepuscolare

ad incrinare la composta abbronzatura

marmorea

di un Michelangelo disinteressato

al lento avanzare dei deserti,

dell’era glaciale

e alle sorti incerte

di villeggianti ignari e annoiati

che mirano meravigliati

tramonti prossimi a spegnersi

nel Pleistocene.

 

Marseille, 14 agosto 2013

michelangelo marseille

31 luglio 2013, Rue de Paradis (Lasciando tutto, di nuovo).

01/08/2013

Gruccette disadorne

nell’armadio di nuovo svuotato,

testimonianze, reperti,

forme umane disossate.

Trasumanare è anche questo

indolore e ripetuto morire

del cuore che dice addio

e parte disancorando.

2013-08-01 21.08.19

 

La vita solitaria (Ipotesi di lavoro)

09/05/2013

Le pieghe di una camicia

malstirata

un segno

vago

della tua assenza

o di una mia innocua

incompetenza.

camicia disegno

Glosse

24/03/2013

Asterischi

note a piè di pagina

orecchiette ai margini

e mille e più incerti

ghirigori di grafite:

scritture rupestri

testimonianze

di un’antica civiltà

ed epoche trascorse

tra le quali, forse,

la mia.

(La dedica sul frontespizio

riporta il mio nome

una data

e un altro nome che ora non ricordo).

Glosse

Rubriche telefoniche

01/09/2012

I nomi

I cognomi

Gli indirizzi depennati

Stagioni, anni passati

(chi era questo

chi quest’altro)

La conta dei morti

Apocalissi private.

Duchamp

01/07/2012

Una gruccia

nell’armadio

la mia giacca

un tuo foulard

posto per errore

o per economizzare gli spazi

o chissà cos’altro.

 

Ready-made

24/06/2012

Una raccomandata della compagnia telefonica

mi informava della sopravvenuta cessazione

dell’erogazione del servizio “Insieme”

causa inadempimento delle norme contrattuali

stipulate nel maggio duemiladieci.

Dittico. Nonno.

05/06/2012

I. Metamorfosi

La lista della spesa (le tue correzioni)

la ricevuta fiscale (le spese da detrarre).

Il reparto-frigo del supermercato

la teca della farmacia.

Il camice bianco del salumiere

il camice bianco dell’infermiere.

Le posate d’argento

il cucchiaio di plastica.

La divisa

il pigiama.

Andare a trovare

fare visita.

Le persone che amasti

sconosciuti.

II. Astrologie

 

Lo spot pubblicitario annunciò

i programmi della sera

interrompendo le interrogazioni astrologiche

che cercavano nei tuoi occhi residui

di civiltà antiche.

(L’infermiere caccia dal frigo

omogenizzati e gelatine).

Alcuni ti chiedono il nome

altri se «ti ricordi?»

io se anche io un giorno…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: